«D’Anna renda pubblico il nuovo carteggio con la Corte dei Conti»

Bonaccorsi, stanco di essere al centro dell’attenzione dell’amministrazione D’Anna, ha interrotto il silenzio che si era imposto da oltre un anno.

«D’Anna renda pubblico il nuovo carteggio con la Corte dei Conti»

Fonte: La Sicilia, pagina 19, 5 giugno 2017

Ha interrotto il silenzio che si era imposto dopo le sue dimissioni da sindaco, a distanza di oltre un anno, stanco di essere al centro dell’attenzione dell’amministrazione D’Anna che continua ad accusarlo di avere lasciato un Comune sull’orlo del baratro ereditando decine di atti con numeri indecifrabili. Roberto Bonaccorsi è ripartito dal teatro Rex dove tutto, nel 2013, era cominciato e ha scelto di fare chiarezza parlando a cuore aperto alla città. Di Nuovo, alla sua maniera.

Sul palco da solo supportato da slide illustrative Bonaccorsi è stato impietoso nei confronti dell’attuale amministrazione che, “per giustificare la proprie incapacità e la difficile situazione di cassa del Comune, cerca l’alibi delle presunte “responsabilità pregresse” facendo circolare notizie e cifre fantasiose. Bonaccorsi ha snocciolato i numeri del Consuntivo 2015 (con un avanzo gestionale di oltre 11 milioni di euro), sulla cui approvazione, l’amministrazione D’Anna da mesi si è impantanata, tra innumerevoli correttivi e reiterate diffide del commissario ad acta. “A questo punto sfido i consiglieri di maggioranza a non votarlo o auto sfiduciarsi.”

Bonaccorsi non si è poi sottratto nell’esprimere alcune considerazioni in riferimento alla riformulazione del piano di riequilibrio effettuata nel settembre 2016 dall’attuale Amministrazione: “mi chiedo cosa realmente abbiano capito di quell’atto che hanno approvato in Giunta. Sono talmente ignoranti che non capiscono la loro ignoranza: si facessero aiutare”. Bonaccorsi si è poi soffermato su alcune scelte attuate dall’amministrazione D’Anna, paventando il danno erariale in riferimento al contenzioso con la Giarre parcheggi vinto dal Comune, ottenendo con una sentenza il riconoscimento di un credito di 1milione e 200 mila euro: “la somma annotata nel piano di riequilibrio non è stata mai richiesta alla società che gestisce in città le strisce blu, nonostante le criticità di cassa. Lo spieghino alla città”. E poi l’affondo dell’ex primo cittadino Bonaccorsi sulla questione dell’affidamento dello stadio: “sono passati da protagonisti del bene comune a protagonisti del bene privato. E’ cambiata la strategia”.

E infine alcune sfide aperte. Bonaccorsi ha chiesto al sindaco D’Anna di rendere pubblico quel nuovo carteggio tra il Comune e la Procura della Corte dei conti manifestando nel contempo la disponibilità ad un faccia a faccia pubblico: “Scelga lui stesso, giorno e luogo”.

Mario Previtera

Condividi l'articolo su o :


 

Segui Roberto Bonaccorsi su Facebook, Twitter, o YouTube:


 

Iscriviti alla Newsletter di Roberto Bonaccorsi:

Cittadini hanno già scelto di ricevere il riepilogo settimanale delle attività di Roberto Bonaccorsi ogni lunedì mattina comodamente nella propria casella mail. Rimani informato sulle attività del sindaco: iscriviti anche tu al servizio.